Martedì 01 Aprile 2014

Blitz al distributore con la ruspa

Sradicata colonnina del self service

Un fotogramma che riprende la banda in azione a Bagnatica
(Foto by FotoBerg)

Le stazioni di servizio restano nel mirino dei ladri. L’ultimo episodio risale alla notte tra domenica 30 e lunedì 31 marzo al TE 24/24 di Bagnatica, lungo la nuova variante alla provinciale 91. In azione c’era una banda di malviventi, probabilmente esperti del mestiere. Lo si capisce guardando i filmati delle telecamere installate sulla copertura della stazione di servizio. Autori del colpo sono stati sei complici, tutti con i volti completamente camuffati, qualcuno da sciarpe, altri da passamontagna e cappelli.

Il colpo è stato messo a segno alle 4,36, in un momento in cui lungo la bretella non transitavano mezzi. Infatti i ladri sono entrati in azione con una ruspa rubata nella zona. Grazie a questo mezzo pesante sono riusciti facilmente a sradicare una delle due colonnine self service, contenenti la cassa continua. Hanno dato un paio di colpi con la benna della ruspa e una volta abbattuta la colonnina uno dei malviventi ha tagliato i cavi che tenevano assicurata a terra.

«Tutto il colpo è durato un minuto - riferisce il gestore Stefano Tiraboschi, 45enne di San Paolo d’Argon e titolare della società MG che gestisce due stazioni di servizio a Bagnatica e a Zanica -, sono stati velocissimi. Hanno puntato la centralina del self service e l’hanno caricata nel baule del loro fuoristrada, probabilmente un Mercedes». Dai primi conteggi effettuati ieri il valore della refurtiva asportata dalla banda potrebbe essere ingente: «Non abbiamo ancora quantificato il bottino ma potrebbe essere compreso tra i 10 e i 12 mila euro»,

© riproduzione riservata