Bossetti, gli auguri della famiglia «Ti siamo e ti saremo sempre vicini»

Bossetti, gli auguri della famiglia
«Ti siamo e ti saremo sempre vicini»

Martedì il carpentiere di Mapello in carcere perché accusato dell’omicidio di Yara compie 44 anni.«Caro Massimo non potendo essere lì con te domani, io, mamma e papà volevamo con te stringerci in un abbraccio caldo, figlio di un amore profondo che abbiamo verso di te. Tanti tanti auguri Massimo, ti siamo e ti saremo sempre vicini».

Lo scrive la famiglia di Massimo Bossetti, in carcere per l’omicidio di Yara per il suo 44° compleanno di martedì 28 ottobre. Il messaggio è stato diffuso dalla famiglia attraverso il loro legale, Benedetto Maria Bonomo, in quanto martedì il padre, la madre e la sorella di Bossetti non potranno essere in carcere per visitarlo.

«In relazione al numero limitato di visite in carcere, la famiglia non potrà recarsi a fargli visita domani - spiega il legale -. Pertanto al fine di anticipare maldicenze in ordine alla mancata visita in detto giorno» è stato diffuso il messaggio «per dimostrare ulteriormente l’affetto della famiglia a Massimo».

L’arresto di Massimo Bossetti

L’arresto di Massimo Bossetti

«Caro Massimo non potendo essere lì con te domani io, mamma e papà volevamo con te stringerci in un abbraccio caldo, figlio di un amore profondo che abbiamo verso di te - scrivono i famigliari -. Tanti tanti auguri Massimo, ti siamo e ti saremo sempre vicini. A presto. Laura Letizia, mamma Ester, papà Giovanni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA