Venerdì 03 Settembre 2004

Brebemi, si parte a fine 2005

Apertura cantieri tra fine 2005 e inizio 2006, autostrada pronta due anni dopo, quindi a cavallo tra 2007 e 2008. È questa la nuova tabella di marcia per la realizzazione della direttissima Brescia-Bergamo-Milano alla luce degli adeguamenti progettuali chiesti dalla Regione, e non solo.

Tempi e modalità sono stati illustrati ieri da Bruno Bottiglieri - amministratore delegato di Autostrade Lombarde, holding che controlla la società di progetto Brebemi - nel corso di un Consiglio d’amministrazione. Cominciamo dalle buone notizie: «La Corte dei Conti ha ufficialmente registrato la concessione tra noi e Anas per la nuova autostrada», spiega Bottiglieri. Quella firmata il 24 luglio di un anno fa. Si chiude così questa parte dell’iter burocratico, aperta nell’aprile 2003, quando Brebemi aveva vinto la gara superando il colosso americano Bechtel e la cordato italo-iberica Astaldi-Vianini-Dragados. Tra i punti chiave dell’offerta vincente anche la durata della concessione fissata in 19 anni e 6 mesi, decorrenti dal taglio del nastro della nuova autostrada.

Ma la lista delle questioni aperte è ancora abbastanza lunga, a cominciare dall’approvazione da parte del Cipe (Comitato interministeriale programmazione economica) del progetto preliminare oggetto nelle scorse settimane di un poco avvincente ping pong tra Regione Lombardia e Provincia di Milano nella nuova versione targata centrosinistra, quella di Filippo Penati.

Recepite le modifiche richieste da Milano (adeguamento della Cassanese e della Rivoltana, già contenuto nel progetto, più realizzazione di una bretella di connessione tra le due arterie, primo embrione della futura Tangenziale est esterna di Milano) ora bisogna fare fronte anche a quelle di Tav, l’alta velocità ferroviaria, che dovrà correre affiancata alla nuova autostrada. O meglio, nella progettazione Brebemi correva già parallela, ma poi Tav ha cambiato qualcosa e ora il ministero delle Infrastrutture ha chiesto alla concessionaria autostradale di adeguarsi nuovamente. Nonostante tutto, l’approvazione del preliminare dovrebbe chiudersi per febbraio-marzo del prossimo anno, quegli 8-9 mesi promessi dal ticket Silvio Berlusconi-Pietro Lunardi (rispettivamente premier e titolare delle Infrastrutture) a Brescia lo scorso 31 maggio in occasione della presentazione in pompa magna del progetto.

«A quel punto ci sarà da redigere il progetto definitivo ed esecutivo, un lavoro che normalmente richiede 9 mesi, ma che chiuderemo in 3. Sarà una cosa unica in Europa...», commenta Bottiglieri. E si arriva così a fine giugno 2005, quando la palla passerà nuovamente ad Anas, Cipe e ministero per l’approvazione: «Legge obiettivo alla mano, questo passaggio deve chiudersi entro sei mesi, quindi per fine anno potremmo aprire i cantieri dell’autostrada», spiega l’amministratore delegato di Autostrade Lombarde e della stessa Brebemi.

L’obiettivo è lavorare ventre a terra per i due anni successivi, così da aprire l’autostrada per fine 2007-inizio 2008. Termini di gara alla mano, nell’aprile di un anno fa, Brebemi aveva garantito l’opera completa entro 31 mesi: «Il termine decorre dalla presentazione del progetto definitivo ed esecutivo, quindi da giugno del prossimo anno». E partendo da lì i 31 mesi si compiono in effetti a fine 2007. Salvo complicazioni.

I comuni interessati dal tracciato sono 19: Travagliato, Rovato, Castrezzato, Chiari e Urago d’Oglio nel Bresciano, Calcio, Antegnate, Covo, Fara Olivana con Sola, Fornovo San Giovanni, Bariano, Caravaggio, Calvenzano, Treviglio e Casirate d’Adda nella Bergamasca, Cassano d’Adda, Truccazzano, Pozzuolo Martesana e Melzo nel Milanese. Sono previste due barriere a Castrezzato e Cassano e 7 caselli: Chiari, Antegnate-Calcio, Romano, Bariano, Caravaggio-Treviglio est, Treviglio ovest e Cassano d’Adda. Il tracciato sarà a doppia corsia più emergenza per senso di marcia (con predisposizione per la terza) da Travagliato a Caravaggio, a tre corsie da Caravaggio fino a Melzo. Oltre la metà della nuova autostrada - lunga poco meno di 50 chilometri - corre nella provincia di Bergamo.

(03/09/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags