Venerdì 07 Settembre 2007

Brembilla, per l’adunata orobica attesi 4 mila alpini

Sono circa 4.000 gli alpini bergamaschi attesi a Brembilla per la 26ª adunata sezionale delle penne nere orobiche. Per domenica, 9 settembre, sono attesi non solo tutti i gruppi bergamaschi ma anche rappresentanze di altre sezioni del Nord Italia, come Verona e Trento. Sarà il luogo dove nel dicembre del 2002 sono stati impegnati più di 400 volontari alpini per la tragica frana di Camorone, a fare da teatro all’adunata. Ma i festeggiamenti iniziano già da sabato 8 alle 16.30 con l’inaugurazione di un parco giochi a Camorone dedicato agli alpini per la loro solidarietà e generosità per gli alluvionati di Brembilla. Poi alle 20.30 è in programma sul piazzale della chiesa parrocchiale il concerto della Fanfara alpina. Il clou dell’evento sarà però domenica: a partire dalle 8.30 è previsto l’ammassamento degli alpini che parteciperanno all’adunata in piazza Volontariato, dove ci sarà un rinfresco e chi lo desidera potrà ritirare il buono pasto. Alle 9.45 è fissato l’inizio della sfilata per le vie del paese, accompagnata dalle fanfare. Alle 10.30 ci sarà l’alza bandiera e la deposizione di una corona di fiori al monumento dei caduti, seguiti dai discorsi ufficiali. Alle 11 è in programma la Messa e per le 12.15 sarà servito un pranzo a base di casoncelli e brasato con polenta alla tensostruttura dell’oratorio che può ospitare fino a mille coperti. Durante l’alluvione di Brembilla gli alpini di tutta la provincia si mobilitarono mettendo in atto una rete di solidarietà e aiuti per gli sfollati. Per le operazioni di bonifica e di soccorso furono impiegati 380 uomini della protezione civile alpini e 65 alpini. Furono messi in pista 280 autovetture e 16 automezzi attrezzati per un totale di 1255 interventi. L’adunata è anche un modo per celebrare l’impegno di questi volontari nel luogo della loro preziosa azione, oltre ai 75 anni degli alpini brembillesi (180 soci).(07/09/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata