Venerdì 20 Giugno 2008

Brucia la casa: cinque salvati dal cane a Clusone

VIDEOcasa brucia a Clusone.wmvL’eroe di questa storia si chiama Cocco: è un cane maltese di 7 anni. Devono a lui il fatto di essere usciti incolumi dall’incendio che ha devastato la loro casa di Clusone madre e figlio, di 80 e 60 anni. Cocco, intorno alle 2,30 della scorsa notte, messo in allarme dal fumo e dal crepitio delle fiamme, ha cominciato a tirare la manica del pigiama della padrona, svegliandola. Quando lei s’è alzata e ha aperto la porta, la stanza è stata invasa dal fumo. Così è scattato l’allarme. L’incendio è scoppiato in via Gorzia a Clusone, alle spalle di Collina Verde. Madre e figlio - entrambi originari di Parre ma residenti a Milano, dove lui fa il taxista - avrebbero potuto soffocare nel sonno. Il rogo s’è sviluppato partendo da un televisore che si trovara in un ripostiglio: si è diffuso rapidamente, mettendo fuori uso gli impianti e l’intero appartamento, di 120 metri quadrati. Al piano superiore dormiva una coppia, un autista di 69 anni in pensione e la moglie di 64, ex infermiera: sono stati svegliati dal taxista. All’ultimo piano c’era invece un 30enne artigiano di Gorno, salvato dai pompieri: nessuno sapeva che fosse in casa, perché era partito per una trasferta e, al ritorno, aveva lasciato l’auto lontano da casa. E’ stato lui, chiamando il 115, a far sapere che c’era, facendo intervenire i soccorritori. Per sfuggire al fumo si è rifugiato in una stanza con uno straccio bagnato sulla bocca. Oggi Cocco era un po’ frastornato e coperto di fuliggine. Quante carezze dovranno fargli, per sdebitarsi, le cinque persone che ha salvato?(Foto Fronzi)(20/06/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata