Sabato 15 Luglio 2006

Cade dalla cima del Pegherolo
Muore escursionista di Ponte

Si è alzato da terra ad è improvvisamente caduto, scivolando in un dirupo. È morto così, sulla cima del monte Pegherolo, davanti agli amici compagni di escursione, un 51enne originario di Paladina e residente a Briolo di Ponte San Pietro. Forse un malore dovuto al caldo, forse un piede messo male all’origine della caduta. I compagni, tre persone, tra cui la fidanzata dell’uomo, sono stati colti del tutto alla sprovvista dall’accaduto, durante un momento di pausa in vetta, dopo una lunga camminata. Visto cadere l’amico, hanno cercato di afferrarlo, ma senza riuscirci.L’uomo si chiamava Maurizio Cornago e avrebbe compiuto 51 anni in agosto. Viveva con la madre a Briolo ed era magazziniere in una ditta di Ponte, la Neolt. Questa mattina era partito con due due colleghi di lavoro e la fidanzata dalla Baita del camoscio di San Simone, in Alta Val Brembana, poco dopo le 6, dirigendosi verso la vetta del Pegherolo. E proprio in cima si è consumata la tragedia. La comitiva si era fermata a riposare, proprio sotto la croce. Stavano prendendo il sole, quando Cornago si è alzato da terra ed è improvvisamente ricaduto, precipitando.Superato lo choc, i compagni hanno avvertito il 118 con un cellulare ed è intervenuto l’elisoccorso che a fatica ha potuto recuperare il corpo dell’uomo, usando il verricello e calando i soccorritori dall’alto, in un luogo particolarmente impervio. Il cadavere è stato trasportato poi a Valleve e infine a San Giovanni Bianco.(15/07/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata