Giovedì 03 Aprile 2003

Cade in un dirupo e s’infortuna a un braccio

Brutta avventura, oggi pomeriggio, per una donna di Brembilla ora ricoverata presso gli Ospedali Riuniti di Bergamo: è finita in un profondo dirupo sottostante la contrada in cui abita, procurandosi nella caduta contusioni ed escoriazioni in varie parti del corpo, in particolare al braccio destro che ad un primo esame medico risulterebbe fratturato.

Caterina Pesenti, 57 anni, residente in Contrada Vestasso, verso le 14,30 stava con il figlio provvedendo alla pulizia di un prato di una sua proprietà - in forte pendenza e situato sopra un ripido pendio roccioso - quando è scivolata finendo con un salto di oltre una decina di metri nel sottostante torrente. Il figlio l’ha subito soccorsa, lanciando l’allarme raccolto da un operaio che ha allertato i soccorsi.

L’operazione di soccorso - protrattasi per quasi due ore - è stata condotta in collaborazione tra i Vigili del fuoco del Distaccamento di Zogno, una squadra del Soccorso alpino e fluviale del Comando provinciale sempre de Vigili del fuoco, una squadra con ambulanza del VAB Volontari ambulanza Brembilla ed un nucleo con elicottero del Servizio 118. I primi soccorsi all’infortunata, trasferita in barella ad un vicino spiazzo, sono stati prestati da un medico calatosi con il verricello nel dirupo. Poi si è provveduto al recupero della signora e al suo trasferimento al Pronto soccorso degli Ospedali riuniti di Bergamo.

(03/04/2003)

administrator

© riproduzione riservata

Tags