Venerdì 24 Settembre 2004

Calcio e Mornico: due rapine In azione gli stessi malviventi

Rapinatori in azione, oggi, a Calcio e a Mornico. E potrebbero essere state le stesse persone a fare entrambi i colpi: a Calcio, in mattinata, verso le 10.30, hanno preso di mira la filiale della Banca di Credito Cooperativo di Calcio e di Covo e nel pomeriggio, a Mornico, alle 15.15, quella della Banca Popolare di Brescia, portandosi via un bottino rispettivamente di duemila e cinquemila euro. La descrizione dei due malviventi fornita dai testimoni ai carabinieri, infatti corrisponderebbe: uno di corporatura robusta e con barba a pizzetto, l’altro esile, entrambi con spiccato accento meridionale. Singolare la rapina di Calcio, dove i due banditi dopo il colpo messo a segno, invece di fuggire con il classico automezzo guidato da un complice, hanno preferito utilizzare due biciclette per allontanarsi, incuranti della presenza di numerose persone che affollavano la via principale del paese. Mezzi insoliti per una fuga ma efficaci, anche questi rigorosamente rubati e poi abbandonati a poca distanza dal luogo della rapina. A Calcio, nella banca si trovavano quattro impiegati, due agli sportelli e altrettanti negli uffici: tre i clienti, tra i quali una donna. I due rapinatori sono giunti alla banca con le biciclette. Poi, entrando dalla porta bussola, dotata di metal detector, si sono calati il passamontagna sul volto. All’interno della banca hanno estratto i taglierini e intimato ai cassieri di consegnare i soldi. Una volta preso il magro bottino, circa duemila euro, i banditi sono usciti e fuggiti in bicicletta in direzione di Urago d’Oglio (Brescia). Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti una pattuglia dei carabinieri di Calcio, due agenti della Polizia e due militari dell’Arma della Compagnia di Treviglio per i rilevamenti delle impronte e la visione del filmato della rapina. La banca è rimasta chiusa al pubblico per tutta la mattinata, riaprendo poi nel pomeriggio.

Nel pomeriggio, alle 15,15 a Mornico, l’altra rapina, nella filiale della Banca Popolare di Brescia in piazza S. Andrea. Due uomini, questa volta a volto scoperto, sono entrati dalla porta girevole provvista di metal detector e una volta nella banca hanno estratto due taglierini. Al momento della rapina dietro lo sportello si trovava un impiegato, altri due erano occupati nel retrosportello e un quarto, intento a servire l’unico cliente presente a quell’ora, si trovava in un altro locale. I rapinatori hanno arraffato dal cassetto del bancone cinquemila euro in banconote, poi sono fuggiti, uscendo dalla banca e dirigendosi a piedi verso la chiesa parrocchiale, dove probabilmente li aspettava un’auto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Calcinate, mentre le immagini del sistema di video sorveglianza hanno confermato le caratteristiche fisiche dei banditi, segnalate dagli impiegati dell’istituto di credito.

(24/09/2004)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags