Caldo atroce, evitate sforzi eccessivi Già due morti per malore in bicicletta

Caldo atroce, evitate sforzi eccessivi
Già due morti per malore in bicicletta

C’è un caldo atroce nella Bergamasca, domenica 5 luglio, e le condizioni meteorologiche sono state probabilmente la concausa di due morti per malore avvenute in mattinata a Nembro e Riva di Solto, dove hanno perso la vita due ciclisti.

Stamattina poco prima delle 8 è scattato l’allarme per un 76enne di Rodengo Saiano (Brescia), che si è sentito male mentre stava pedalando sulla ss469. Sono intervenute l’eliambulanza e l’ambulanza del 118, ma per l’anziano - che probabilmente aveva già percorso una quarantina di km - non c’è stato nulla da fare.

L’allarme a Nembro verso le 9,30 : il ciclista, un sessantunenne di Imbersago (Lecco), stava salendo verso Selvino, dunque una scalata non indifferente. Quando ha accusato il malore, il cicloamatore aveva appena superato San Vito. Lo staff medico del 118 ha tentato di rianimarlo per circa un’ora, ma anche in questo caso purtroppo ogni soccorso si è rivelato inutile.

Il consiglio è di evitare sforzi eccessivi in giornate calde come queste.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA