Giovedì 08 Maggio 2008

Camminata commemorativa 32 km per ricordare i partigiani

Sesta edizione della camminata commemorativa lungo il «sentiero Andrea Caslini». L’appuntamento è in programma sabato 10 maggio con partenza da Gavarno di Scanzorosciate in via Monte Bianco alle 8. Si tratta di un’escursione di 32 chilometri che approda alla Malga Lunga sul monte di Sovere, fra le valli Cavallina, Borlezza e Seriana dove alle 16 ci sarà l’esibizione musicale del gruppo «Moro band» e si terrà la cerimonia ufficiale di memoria ai partigiani morti tragicamente nel 1944.L’idea di camminare nei territori della storia partigiana ripercorrendo la strada che da Scanzorosciate attraverso la valle del Lujo e la val Cavallina porta al rifugio partigiano della Malga Lunga viene da alcuni membri della sezione Anpi di Scanzorosciate che l’hanno poi condivisa con lo Spi Cgil di Bergamo. La camminata offre dunque l’occasione di ricordare la terribile giornata del 17 novembre 1944 quando reparti fascisti della Tagliamento riuscirono a catturare una parte della squadra di Giorgio Paglia, ufficiale della 53ª Brigata Garibaldi «Tredici martiri». I partigiani vennero portati a Costa Volpino e fucilati poi il successivo 21 novembre 1944. Accanto all’atto eroico di Giorgio Paglia che rifiutò la grazia concessagli per il fatto di essere figlio della medaglia d’oro al valor militare, vengono ricordati quei ragazzi che hanno combattuto la lotta di liberazione consapevoli che del sacrificio della vita che avrebbe potuto essere loro richiesto. La Malga Lunga è diventata così il simbolo della 53ª Brigata Garibaldi «Tredici martiri» e, al fine di ricordare alle giovani generazioni quanto è costata la libertà, la cascina è stata ricostruita dagli stessi ex partigiani. Stanno per cominciare ad opera dell’Anpi provinciale i lavori di restauro e ristrutturazione del Museo Rifugio che diverrà il luogo della memoria partigiana.L’iniziativaè aperta a tutti e lungo i 32 chilometri sono attivi tre ristori e al termine sarà possibile consumare un pasto caldo. Le due intersecazioni stradali a Colle gallo (al 16° km) e alla Forcella della Valle Rossa (al 21° km) consentono, a chi non arrivasse alla fine, il ritiro. L’organizzazione non garantisce il rientro che dovrà essere organizzato con mezzi propri dalla località massima di arrivo che è Valpiana di Gandino.(08/05/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata