Martedì 23 Marzo 2004

Campioni del calcio e della montagna a fianco dell’Avis per sensibilizzare i giovani alle donazioni

Campioni del calcio affermati o in ascesa, come Marcolini e Pazzini e un alpinista del calibro di Mario Merelli, saranno testimonial dell’Avis, per promuovere il messaggio della donazione e gesti concreti di solidarietà tra i giovani. E saranno proprio questi campioni, con i giovani dell’Avis, protagonisti di un incontro, giovedì 25 marzo, alle 20, alla Casa del Giovane, riservato a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, L’iniziativa «Campioni per la vita… ci presentiamo», intende presentare i programmi dell’Associazione volontari italiani donatori di sangue.

Significativa la presenza dei due calciatori nerazzurri, visto che proprio l’Atalanta dalla scorsa estate è testimonial generosa di una campagna a favore della donazione di sangue che continuerà anche quest’anno. «Tutti siamo chiamati a donare, dentro e fuori l’area di gioco - spiegano i responsabili della società - e ai volontari avisini ci accomuna il medesimo entusiasmo e impegno, oltre alla stessa voglia di ritornare presto al successo». Accanto a Marcolini e pazzini ci sarà Merelli, l’alpinista di Lizzola che ai primi di aprile partirà per la salita dell’Everest dal versante tibetano e ad agosto affronterà la scalata del K2.

«Abbiamo pensato ad una serata dinamica all’insegna dell’amicizia. Nessun discorso ufficiale - spiega la segretaria provinciale dell’Avis, Elisabetta Lanfranchi coordinatrice della manifestazione - lasceremo piuttosto ai partecipanti la possibilità di incontrare personalmente gli atleti per conoscerli più da vicino e per scambiare quattro chiacchiere con loro».

Per partecipare all’iniziativa occorre far pervenire l’adesione all’Avis - scrivendo «Campioni per la vita: io ci sono» ed aggiungendo nome, cognome ed anno di nascita - via sms al numero 333.4358274; via fax al numero 035.343248; via mail all’indirizzo [email protected]

(23/03/2004)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags