Martedì 24 Giugno 2008

Car-pooling a Bergamo, condividere conviene

Un risparmio annuo compreso tra 1.500 e 3.700 euro e quasi una tonnellata in meno di CO2 emessa nell’aria in due mesi. Sono questi alcuni dei risultati della sperimentazione Car-pooling (utilizzare una sola vettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo itinerario) voluta da Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo e ACI di Bergamo – con il supporto di diverse grandi aziende bergamasche – che, nell’arco di un anno, ha messo a fuoco potenzialità, vantaggi e limiti della condivisione dei veicoli per gli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola.Nell’ambito della sperimentazione, è stato effettuato un particolare monitoraggio su 3 equipaggi, complessivamente 10 persone, tra il 10 dicembre 2007 e il 29 febbraio 2008. Ogni equipaggio è stato dotato di uno strumento denominato AZRegolo, che consente di registrare – per ogni singolo componente - la permanenza a bordo, la distanza coperta e quindi l’uso effettivo del mezzo condiviso, calcolando automaticamente la ripartizione dei costi. Per ogni viaggio, nell’arco dei due mesi, e per ogni partecipante, sono stati rilevati i dati quantitativi. L’attività dei tre equipaggi in car pooling in esame, da gennaio e febbraio, ha consentito:-di effettuare 167 viaggi, invece dei 431 necessari se ogni utente avesse viaggiato con la propria auto, riducendo del 61% il numero di auto in circolazione nel periodo considerato;-di percorrere con le auto 5.417 chilometri anziché 11.466, necessari se ognuno dei partecipanti avesse viaggiato da solo, con un risparmio complessivo pari a 6.048 km corrispondenti al 53%;-di risparmiare all’atmosfera l’immissione di 967,47 chilogrammi di CO2«In questa prima fase di sperimentazione – ha spiegato Gloria Gelmi, Mobility Manager della Provincia di Bergamo – hanno aderito solo 14 equipaggi. Il Car Pooling, dati alla mano, ci sembra uno strumento utile e vantaggioso, sia in termini economici sia per la qualità dell’aria. Per arrivare a risultati importanti è necessario superare una certa mentalità e cambiare qualche abitudine. Se il Car Pooling entrasse nell’immaginario collettivo ci sarebbero ripercussioni in positivo. Sicuramente non risolverebbe tutti i problemi ma insieme ad altre iniziative, quali il car sharing, il bike sharing e il telelavoro, si vedrebbero vantaggi concreti».Terminata la sperimentazione, l’iniziativa Car Pooling della Provincia di Bergamo, Comune e Aci proseguirà fino a fine 2008. La partecipazione al car-pooling è totalmente gratuita, ed i partecipanti che vorranno sperimentare l’iniziativa dovranno essere registrati al sito www.carpoolingbg.it così pure dovranno essere registrati i vari percorsi.

a.campoleoni

© riproduzione riservata