Lunedì 15 Dicembre 2008

Carabiniere sventa un furto a Mozzanica
Arrestati e condannati due 18enni moldavi

«Ero fuori casa col cane quando ho visto arrivare un’auto che non conoscevo: essendo una via a fondo chiuso è stato questo a mettermi in allarme». Salvatore Iovanna, 29 anni, carabiniere scelto del radiomobile di Treviglio ha scoperto così, nella notte tra domenica e lunedì, verso mezzanotte a Mozzanica, due moldavi che cercavano di mettere a segno un furto in via Montessori.Il militare ha notato le due persone armeggiare vicino alla recinzione di un’abitazione: si trattava appunto di due moldavi di 18 anni. A questo punto si è qualificato e quando ho visto che volevano allontanarsi ha estratto la pistola e ha chiamato i rinforzi. Sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri di Caravaggio. L’auto dei due, una Smart, è risultata rubata nel milanese. Addosso i due avevano una cesoia e una torcia. Arrestati per ricettazione dell’auto e tentato furto, sono finiti a processo in direttissima e hanno ammesso tutto. L’arresto è stato convalidato per entrambi con divieto di dimora nella Bergamasca, quindi i due hanno patteggiato, per entrambi i reati, un anno e sei mesi di reclusione, pena sospesa in quanto incensurati.(15/12/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata