Giovedì 19 Gennaio 2006

Carabinieri di Treviglio, il bilancio del 2005

Ben 553 persone arrestate, 51 in più rispetto al 2004. E’ il dato più eclatante di un anno di attività preventiva e repressiva svolta nel 2005 dai carabinieri della Compagnia di Treviglio. Il bilancio annuale è stato illustrato questa mattina dal comandante, capitano Massimo Pani, e dal tenente Antonio Berardi, che dirige il nucleo operativo radiomobile. I militari dell’Arma sono 210, distribuiti in 13 stazioni e impegnati al controllo dei 52 comuni disseminati su un territorio ampio 483 chilometri quadrati. Sono state 2714 le persone denunciate contro le 2722 dell’anno prima, una leggera diminuzione così come registrato anche per i furti, passati da 3883 a 3831 del 2005. Alle diminuzioni vengono contrapposti alcuni aumenti: 68 rapine (9 in più del 2004) delle quali 32 scoperte; 8 denunce di violenze sessuali contro le 4 dell’anno precedente; 8 sequestri di persone, mentre nel 2004 erano stati 5. È lievitato anche il numero delle persone arrestate nell’ambito delle operazioni antidroga: 95, come quelle denunciate in stato di libertà, rispettivamente contro le 59 e 63 dell’anno prima. Complessivamente sono stati sequestrati 70 chilogrammi di sostanze stupefacenti, tra hashish e cocaina, un’enormità rispetto ai precedenti 5 chili. Nell’ambito dell’attività dei carabinieri della Compagnia di Treviglio rientrano anche gli arresti per 2 omicidi volontari, poi scoperti, e per 2 casi di associazione a delinquere. Il contrasto alla distribuzione illecita di armi e munizioni ha portato all’arresto di 7 soggetti con la denuncia di 41 individui.

(19/01/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags