Giovedì 09 Agosto 2007

Carona, aperto il nuovo parco

Carona ha finalmente il suo parco. La scommessa, con la posta in gioco di un 1,2 milioni di euro, è stata vinta, e il progetto «Montagna per tutti» dona ora alla zona del lungolago un volto rinnovato, utilizzabile con facilità anche da bambini, anziani, disabili e non vedenti. Per rendere visibile anche ai turisti l’opera eseguita, lunedì 13 è prevista una presentazione straordinaria. Nel parco trovano posto un orto botanico, una baita-osservatorio e una palestra per la pratica del bouldering, l’arrampicata su strutture basse con materasso a terra. I diversi luoghi sono collegati da percorsi accessibili anche a disabili e a non vedenti. Sul largo sentiero che costeggia la sponda destra del lago sono state poste barriere in legno con corrimano e fasce batti-bastone. Grandi pannelli indicheranno la mappa del territorio e forniranno le informazioni necessarie per scoprire i segreti del luogo. Il tracciato che attraversa la parte boschiva è stato interamente lastricato con pietre locali, formando un facile percorso, fruibile anche da non vedenti accompagnati. Sul lungolago trovano posto il parco giochi per bambini, con piccole strutture per l’arrampicata, e l’area pic-nic con tavoli e pedane in legno. Con un quarto d’ora di cammino nel bosco si raggiunge una baita interamente ristrutturata, che sarà adibita ad aula didattica e a osservatorio naturalistico. Dall’ampia terrazza si potrà godere il panorama dei monti che sovrastano il paese e, attraverso pannelli illustrativi, si potranno conoscere la storia geologica e le caratteristiche morfologiche del territorio. Riscendendo a valle si giunge all’ingresso dell’orto botanico, raggiungibile anche dal parcheggio della via Pagliari. L’orto contiene circa 40 specie tipiche della fascia montana, con piante floreali e arbusti, ed è abbellito da un piccolo laghetto artificiale. Accanto a ogni specie è posta una targhetta con il nome comune, la denominazione latina e il nome dialettale. Nell’area dell’orto botanico è stata creata la sala indoor per il bouldering e già si pensa alla ristrutturazione di un piccolo edificio già esistente per realizzare uno shop-point con banco informazioni e offerta di visite guidate. Nelle prossime settimane sarà ultimata la collocazione delle targhette botaniche e l’allestimento per non vedenti, con mappe tattili e segnaletica in braille. Lunedì, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, sono previste visite guidate con partenza dall’orto botanico e dimostrazioni di arrampicata in palestra.(09/08/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata