Lunedì 08 Maggio 2006

Case popolari, aperto il bando

Fino al 30 giugno si può presentare domanda per l’assegnazione di una casa popolare a Bergamo per l’anno 2006. Il bando contiene alcune novità per le presentazioni delle domande, a seguito di modifiche introdotte al Regolamento Regionale. La domanda, oltre ad essere valutata in relazione alla situazione economica, alle condizioni familiari ed abitative, viene valutata anche per il periodo di residenza sul territorio regionale, come espressione della situazione di difficoltà a risolvere i problemi abitativi. La residenza concorre quindi, con le altre condizioni, alla determinazione del punteggio per la formazione della graduatoria.Per partecipare al bando di concorso è necessario essere residenti o lavorare in Lombardia da almeno 5 anni nel periodo immediatamente precedente alla data di presentazione della domanda. Il mancato aggiornamento della domanda, per chi l’ha già presentata negli anni 2004 e 2005, comporterà l’esclusione dalla graduatoria.L’assessorato Politiche della Casa, come già negli anni precedenti, valutando la scarsa familiarità di molti dei richiedenti nella compilazione della modulistica richiesta e, soprattutto, il crescente numero di persone immigrate che chiedono un appoggio nella redazione della domanda, ha provveduto affinché il lavoro di compilazione delle domande sia supportato da personale aggiuntivo e da mediatori culturali: alcuni volontari dell’associazione Auser di Bergamo saranno presenti il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 per aiutare gli utenti a compilare le domande; quindi il martedì e il giovedì mattina negli uffici comunali si alterneranno dei mediatori linguistici (inglese e francese), per agevolare gli utenti immigrati.La modulistica può essere ritirata presso La Divisione Politiche per la Casa - U.O. Assegnazione Alloggi (via S. Lazzaro, 3 – piano terra) da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle ore 12. Il bando di assegnazione è disponibile anche sul sito del Comune, www.comune.bg.it, nella pagina Politiche per la casa. Gli alloggi a canone sociale che si prevedono disponibili, nel secondo semestre 2006 sono 25 e hanno come soggetto gestore il Comune e/o l’Aler o altri soggetti da loro delegati.(08/05/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags