Cashless City fa ancora centro E ora al lavoro per un baby pit stop

Cashless City fa ancora centro
E ora al lavoro per un baby pit stop

Raggiunte le 655 mila transazioni a luglio: piazza Pacati al Monterosso diventerà così un’isola smart.

Obiettivo centrato: le 655 mila transazioni a luglio sono state raggiunte, e così Bergamo potrà avere la sua prima piazza hi-tech. Al Monterosso, in piazza Pacati. «Le predisposizioni per la connessione internet wi-fi sono già state realizzate – spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune, Marco Brembilla – e lo stesso vale per la posa delle colonnine per la ricarica elettrica». E così Cashless City ha fatto ancora centro: unl progetto di CartaSi, Banco Popolare, Mastercard, Ubi Banca, Visa e Pago Bancomat, in collaborazione con L’Eco di Bergamo e Comune per diminuire il numero di pagamenti in contanti a favore degli elettronici.

Piazza Pacati

Piazza Pacati

«Il Comune ha investito circa 150 mila euro per riqualificare la piazza – spiega Brembilla – e soddisfare così le richieste dei residenti sostituendo la pavimentazione, restaurando la fontana e aggiungendo nuove panchine e altri elementi di arredo urbano. Quella offerta da Cashless City è stata poi un’importante opportunità in più». Una isola smart, un luogo di incontro all’insegna della connettività ma anche della mobilità sostenibile. «La copertura internet della piazza sarà curata dall’assessorato all’Innovazione – aggiunge Brembilla – mentre la gestione delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche e dei lucchetti intelligenti per le bici elettriche sarà in carico all’assessorato alla Mobilità».

E ad agosto? Non si va in ferie, ma si lavora al quarto obiettivo: un moderno «baby pit stop», uno spazio comune dedicato alla primissima infanzia, sull’esempio di quanto avviene nelle capitali del Nord Europa. Se verrà raggiunto il traguardo mensile di transazioni previste (555.000) per il mese di agosto, Cashless City donerà alla città uno spazio protetto, realizzato tra le eleganti mura neoclassiche del Comune, dove allattare in tranquillità e prendersi cura del proprio bambino tra un gioco e l’altro. L’area nursery sarà dotata di tutte le attrezzature necessarie per l’allattamento, il cambio del pannolino e le prime pappe dei giovanissimi bergamaschi. In più, una passerella collegherà direttamente il «baby pit stop» al parco comunale, evitando alle mamme (ma anche ai papà, alle nonne, alle babysitter…) di dover attraversare gli uffici, e fornendo un punto di appoggio dotato di ogni comfort in ogni stagione dell’anno.

Il parco di Palazzo Frizzoni

Il parco di Palazzo Frizzoni

E così dopo piazza Pacati smart,fresca di successo, lo spazio coworking al Lazzaretto e lo sportello comunale interattivo, ecco una nuova sfida. Tutti i bergamaschi possono contribuire a conquistare e superare questo traguardo: basta collegarsi al sito di Cashless city, registrarsi, scaricare la app e utilizzare la propria carta di pagamento elettronica nelle quotidiane transazioni. Caricando sull’app la fotografia dello scontrino o della ricevuta del Pos, i singoli partecipanti accedono anche al sistema a premi giornaliero (100 euro in buoni spesa) e settimanali (500 euro). Anche gli esercenti potranno vincere, se la transazione vincente di un cliente è avvenuta proprio in quel negozio si concorrerà al premio settimanale da 500 euro. Anche in questo caso per partecipare i titolari dell’esercizio dovranno registrarsi sul sito e registrare i Pos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA