Mercoledì 10 Settembre 2008

Casnigo, infortunio sul lavoro in una ditta tessile

Un altro infortunio sul lavoro nella Bergamasca. Un caporeparto della ditta tessile Martinelli di Casnigo è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro accaduto mercoledì 10 settembre in un reparto dell’azienda di via Agro del Castello 38, nella zona industriale e artigianale. L’uomo è rimato impigliato con il braccio sinistro tra due rulli di una macchina da cui è stato tempestivamente liberato dai colleghi di lavoro. Soccorso dal 118, è stato trasportato agli Ospedali Riuniti di Bergamo per le cure del caso. L’incidente è avvenuto attorno alle 8,40: R.G. 37 anni, residente a Leffe, stava lavorando ad una macchina bozzimatrice quando i rulli in movimento hanno agganciato la mano e il braccio sinistro chiudendoli in una morsa. Alle grida dell’infortunato sono accorsi i colleghi di lavoro che hanno fermato la macchina ed estratto l’arto infortunato dagli ingranaggi. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Clusone e Gazzaniga ma nel frattempo l’operaio era già stato liberato ed hanno prestato la loro opera nel caricare il ferito sulla barella dell’autolettiga. I medici hanno emesso una diagnosi di frattura dell’arto e una prognosi di guarigione in 30 giorni. Sull’infortunio hanno svolto indagini e rilievi i Carabinieri della stazione di Gandino e i tecnici dell’Asl specializzati negli infortuni sul lavoro giunti anch’essi sul posto per i rilievi di prassi. (10/09/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata