Mercoledì 10 Gennaio 2007

Cassano: un nuovo ponte sul fiume Adda

Un percorso di circa 3 chilometri, la realizzazione di un nuovo ponte sull’Adda, con una spesa complessiva di oltre 25 milioni di euro, inizio dei lavori nel 2008: questi i dati più significativi della variante alla strada provinciale (ex strada statale n.11) Padana superiore nel comune di Cassano d’Adda, per la cui realizzazione è stato siglato oggi in Regione un accordo tra la Regione stessa, le Province di Milano e Bergamo e il Comune. L’accordo è stato firmato dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Raffele Cattaneo, dagli assessori alle Opere Pubbliche stradali della Provincia di Milano, Paolo Matteucci, alle Grandi Infrastrutture della Provincia di Bergamo, Felice Sonzogni, e dal sindaco di Cassano, Giuseppe Sala.

Diamo il via ad un’opera che rientra in un quadro più articolato di interventi di breve e medio termine, in parte già realizzati, per la riqualificazione e la messa in sicurezza degli attraversamenti urbani di Vaprio, Canonica, Fara Gera d’Adda ed ora di Cassano, con uno studio che risale al 2002 - commenta l’assessore Cattaneo -. Con questo accordo la Regione si è impegnata anche a promuovere entro i prossimi sei mesi la sottoscrizione, con la Provincia di Bergamo, di un analogo accordo per la realizzazione della variante nord-ovest di Treviglio e di un altro accordo con la Provincia di Milano per la realizzazione della variante di Vaprio d’Adda.

L’opera consiste nella variante al centro abitato a sud di Cassano, oggi attraversato dalla ex statale Padana Superiore, che, dopo aver attraversato il fiume Adda con un nuovo ponte, si diramerà su due direttrici, verso Treviglio e verso Rivolta d’Adda.
I costi dell’opera (25.315.000 euro) saranno a carico della Regione (10.126.000 euro) e delle due Province e del Comune di Cassano (5.063.000 ciascuno). Entro il 2007 verrà completato il progetto definitivo e verrà indetta la gara per l’appalto integrato. I lavori, realizzati dalla Provincia di Milano in collaborazione con il Comune per l’acquisizione delle aree, prenderanno il via dal 2008 e verranno realizzati nell’arco di 720 giorni.

Secondo l’assessore Sonzogni, si tratta di un passaggio importante per rivedere la viabilità tra le due Province lombarde che, grazie ad un costante lavoro tra le varie realtà locali, può oggi passare dalla fase progettuale a quella realizzativa. Per il sindaco Sala, ora si dovrà continuare la stretta collaborazione tra gli Enti per portare a termine in tempi rapidi, i lavori della variante, restituendo così ai cittadini il centro della città ora attanagliato dalla morsa del traffico.(10/01/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata