«C’è un pacco in giacenza per voi» Ma è un pacco (nel senso di truffa)

«C’è un pacco in giacenza per voi»
Ma è un pacco (nel senso di truffa)

L’ultima frontiera delle truffe on line: il finto avviso di ritiro di un inesistente spedizione.

«Anche se non avete ordinato il pacco vi arriverà…siatene certi» La vecchia truffa della mail del pacco che non è stato possibile recapitare in questi giorni impazza sui smarthphone degli italiani, avvisa il profilo Facebook di Commissariato di Ps on line. L’ennesima truffa in rete che questa volta coinvolge anche colossi delle spedizioni (come Dhl), del tutto estranei alla vicenda. La cosa funziona così: arriva una mail dove si evidenzia che una consegna non ha potuto avere luogo a causa di una difformità dei dati.

Si invita quindi a compilare un modulo accessibile via link per una seconda consegna senza aggravio di spesa, frutto della giacenza in magazzino. In realtà è la solita truffa con la quale si cerca di trafugare dati sensibili.

«Il costo inesistente di questo invio di mail in modo massivo fa si che questo comportamento illegale tenda ad aumentare nel tempo. Ricordiamo di valutare attentamente prima di dare corso a scaricare allegati o seguire link. Sotto potrete vedere due dei migliaia di screenshot che tutti i giorni i nostri utenti ci inviano» avvisa la polizia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA