Mercoledì 20 Aprile 2005

Cervo catturato a Paladina Ora è libero in Val Sedornia

Un altro cervo in libera uscita. Dopo quello avvistato e infine abbattuto in città, alcuni mesi fa, questa volta ne è stato avvistato uno a Paladina, è stato catturato e infine liberato in Val Sedornia. Il tutto è accaduto martedì 19 aprile quando, alle 10.20 il personale di servizio al parco faunistico delle Cornelle di Valbrembo ha allertato la Polizia provinciale. Lungo il canale idroelettrico della Legler, a Paladina, era stato avvistato appunto un esemplare di cervo.

Immediatamente è partita una squadra di pronto intervento del nucleo ittico-venatorio della Polizia provinciale, guidata dal sottufficiale Gianbattista Albani Rocchetti. Gli operatori di polizia, con l’aiuto del personale delle Cornelle, hanno proceduto a narcotizzare il cervo, poi catturato e sistemato in una cassa e portato alle Cornelle. Il cervo è un maschio di tre anni, senza corna, che ha perso e che ricresceranno in estate. Non si sa da dove provenisse.

Alle Cornelle il cervo catturato è rimasto fino a questa mattina, quando una squadra della Polizia provinciale, condotta dal sottufficiale Daniele Carrara, ha provveduto a trasportare l’esemplare in alta Val Seriana, in località Spiazzi dell’Acqua, in Valle Sedornia, Comune di Gromo. Qui già pascola la colonia di 9 cervi francesi, importati nelle scorse settimane, provenienti dal parco di Chambord.

Al cervo è stato applicato il radiocollare per seguirne i movimenti.

(20/04/2005)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags