Chi sale sulla passerella? Decide il meteo E in rete arriva un’App per i parcheggi
Christo tratteggia la sua ormai celebre passerella

Chi sale sulla passerella? Decide il meteo
E in rete arriva un’App per i parcheggi

Quante persone potranno salire su The Floating Piers? Lo decideranno le condizioni meteorologiche. In base a vento, pioggia o sole, quindi, verranno determinate le soglie massime di presenza sul pontile galleggiante. Con un colore di riferimento.

Saranno le condizioni meteorologiche a decidere le soglie massime di presenza sul pontile galleggiante, con quattro scenari possibili e con un colore. Partiamo dal sole e dal bel tempo: il colore di riferimento sarà il bianco e garantirà la massima portata sulla passerella. Se invece il tempo sarà instabile il codice sarà giallo o arancio e il numero di turisti sarà ridotto. Temporali intensi? Il codice diventerà rosso, che prevede la soglia minima di visitatori. I numeri esatti di chi potrà salire sono però ancora da stabilire. Previsto però un nuovo sopralluogo la prossima settimana che definirà anche il numero di persone. Intanto si vocifera che la cifra di persone sulla passerella contemporaneamente scenderà a 11 mila presenze.

Al codice stabilito giorno per giorno non corrisponderà però solo il numero di persone sulla passerella galleggiante, ma anche una lista di regole di comportamento che coinvolgeranno, in primo luogo, le stesse forze dell’ordine impiegate. Per rispondere a domande come queste: quali zone saranno evacuate per prima in caso di problemi? Con quali mezzi? Confermata definitivamente la passeggiata notturna: «Il piano di illuminazione presentato è stato considerato idoneo e questo garantisce l’apertura di notte almeno per i primi giorni dall’inaugurazione - ha dichiarato il prefetto Valerio Valenti -. Poi vedremo come andrà, facendo un’attenta valutazione tra costi e benefici».

La passerella vista da Tavernola

La passerella vista da Tavernola
(Foto by San Marco)

Intanto in rete è pronto anche un programma/applicativo scaricabile sul proprio smartphone che permette a tutti i visitatori dell’opera d’arte di Christo di avere in tempo reale le disponibilità di «parcheggio dedicato» nei vari paesi durante l’evento. Per chi proprio non riesce a rinunciare all’auto anche quando sarebbe consigliato, come in questo caso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA