Giovedì 03 Giugno 2004

Chiude il distributore Api Città Alta senza benzina

Nessuno ricorda con precisione l’età del distributore dell’Api a Colle Aperto, in Città Alta (aprì il 6 agosto del 1956). Compare già in qualche vecchia cartolina in bianco e nero e l’aspetto di oggi non si differenzia di molto da quello di un tempo. Ora, entro il 15 dicembre prossimo, il distributore dovrà chiudere. E ai residenti in Città Alta verrà così tolta l’unica pompa di benzina esistente. In pochi si stupiscono. La voce di un possibile stop dell’attività circolava già 4 anni fa, quando Claudio Brembilla - che per 22 anni l’aveva gestito - aveva passato il testimone all’attuale benzinaio, Antonino Romeo. Ma ora sembra certo: l’unico punto di rifornimento in Città Alta abbasserà la saracinesca a fine anno.

«Confermo: più o meno tre settimane fa - spiega Romeo, di origini calabresi e da 14 anni residente a Gorlago con la moglie e un figlio - ho ricevuto una lettera nella quale mi è stato comunicato che il 15 di dicembre di quest’anno si dovrà chiudere». Il motivo? A quanto pare, la mancanza di un’area di sosta a lato della carreggiata. Le auto che sostano per il rifornimento invadono di fatto la carreggiata e quindi, per ragioni di sicurezza e viabilità, il Comune non ha concesso il rinnovo dell’attività. L’Api aveva presentato alcuni progetti per sistemare il distributore, ma, a quanto sembra, non sono stati accettati.

(03/06/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags