Ciclabile Bergamo-Azzano pericolosa Ma Autostrade non spiega il perché?

Ciclabile Bergamo-Azzano pericolosa
Ma Autostrade non spiega il perché?

Potrebbe sembrare uno scherzo di cattivo gusto è invece realtà: all’ufficio tecnico del Comune di Azzano è arrivata una raccomandata da parte di Autostrade per l’Italia.

«Rimuovete la ciclabile sul ponte»: la motivazione sarebbe «la presenza di un guard-rail non a norma». Per questo Autostrade chiede quindi «il ripristino dell’esistente», ossia la rimozione della stessa pista ciclabile sulla Cremasca.

Peccato che la pista ciclabile in questione sia stata realizzata alla fine degli anni ’90: fino a ieri nessuno si è mai lamentato della sua esistenza, anzi, risulta molto utilizzata e

apprezzata dagli amanti delle due ruote, azzanesi (e non), in quanto collega in tutta sicurezza i Comuni di Azzano e Zanica con il capoluogo.

L’opera è frutto di un accordo di programma tra la Provincia di Bergamo, i due comuni dell’hinterland e Palazzo Frizzoni, e risale a circa vent’anni fa. Per Autostrade per l’Italia, però, va rimossa, per garantire «la sicurezza della circolazione autostradale». Quale sia il pericolo non è dato saperlo...

.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA