Colantuono: sapevamo cosa fare «Peccato non aver raddoppiato»

Colantuono: sapevamo cosa fare
«Peccato non aver raddoppiato»

Il mister nerazzurro commenta la vittoria a San Siro: «Se gli lasci campo il Milan è molto pericoloso, per questo volevamo aggredirli alti, invece quando prendevano campo siamo stati riusciti ad abbassarci e a chiudere gli spazi. Il primo tempo lo potevamo chiudere con più gol di vantaggio».

Così, a Sky Sport, il tecnico dell’Atalanta, Stefano Colantuono, ha commentato la vittoria fuori casa col Milan, che permette ai nerazzurri di chiudere il girone a quota 20, in perfetta media salvezza. «L’unico rammarico di oggi - ha continuato il tecnico di Roma - è non aver raddoppiato. Se tieni aperte queste partite rischi di farti rimontare. Nel secondo tempo il Milan si è alzato molto ma abbiamo avuto ugualmente le occasioni per il 2-0. Qualcuno ce l’ha con me? Non credo, l’anno scorso avevamo chiuso l’andata a 21 punti, quest’anno a 20, forse abbiamo abituato il nostro pubblico troppo bene. Abbiamo preparato la partita per pressarli alti, soprattutto quando intuivamo che avevano difficoltà a trovare le punte.»

«Siamo stati bravi – ha aggiunto – ad abbassarci quando loro prendevano campo e magari cercavano, con il movimento di Menez, l’inserimento dei centrocampisti o degli esterni. Stavolta quando siamo ripartiti siamo stati bravi a finalizzare l’azione, in altre partite abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio e ci siamo complicati la vita. Nella ripresa - ha concluso Colantuono - abbiamo abbassato molto il baricentro ma i nostri centrocampisti sono stati bravi a lavorare sulle traiettorie e a sporcare le linee di passaggio e i difensori a controllare gli attaccanti avversari. Del resto per vincere a San Siro devi giocare molto bene».


© RIPRODUZIONE RISERVATA