Mercoledì 17 Marzo 2004

Colonnina oltre i venti gradi: è scoppiata la primavera

Siamo ancora in inverno, la primavera bussa alle porte, ma le temperature di questi giorni sembrano quasi di inizio estate: le temperature hanno già toccato picchi superiori ai 20 gradi centigradi e forse è allora il caso di dire che il generale inverno se n’è andato. Martedì scorso il settore metereologia dell’Arpa aveva rilevato massime intorno ai 19 gradi in città e di 17,8 gradi alla stazione di Cornalita, frazione di San Giovanni Bianco.

Oggi la colonnina di mercurio ha visto un ulteriore innalzamento: le massime sono schizzate all’insù di un grado e mezzo, portando così Bergamo a toccare 20,6 gradi e la Val Brembana i 19,6 gradi centigradi. L’Arpa prevede inoltre un nuovo incremento delle temperature, tra uno e due gradi. Gli esperti invitano però a non dimenticare che ci troviamo nella seconda decade di marzo, mese per antonomasia pazzerello. Sbalzi freddo-caldo sono infatti una costante, nel trimestre cuscinetto che va da febbraio ad aprile.

Successe anche nel 2003, con un cambio di rotta che portò, dopo la metà del mese, alberi e giardini a una stupenda fioritura. Esattamente un anno fa però l’aumento delle temperature fu più graduale: ecco perché intorno al 18-20 marzo la media delle massime si attestava tra gli 11 e i 13 gradi, mentre oggi siamo sui 10,5 gradi di media. Per vedere germogli in fiore oltre a parchi e colli carichi di colori ci vorrà ancora un po’. Che l’aria tiepida sia anche pulita è però un’amara illusione. Restano infatti alti i livelli di polveri sottili presenti nell’aria: le centraline dell’Arpa continuano a rilevare tassi di Pm10 superiori al valore limite in città e provincia.

(17/03/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags