Lunedì 18 Settembre 2006

Controllo del cinghiale primi abbattimenti

Il nuovo piano di controllo del cinghiale, responsabile di danni all’agricoltura sul territorio bergamasco, incomincia a sortire i primi risultati. Domenica, 17 settembre, la squadra “Amici Valcalepio” composta da 15 operatori faunistici autorizzati e coadiuvati da 10 cani ha abbattuto 4 cinghiali nati nell’anno, 2 di sesso maschile e 2 di sesso femminile.È avvenuto nella zona dei Comuni di Castelli Calepio e di Grumello del Monte, in un’area non vocata alla presenza del cinghiale. I capi abbattuti sono stati trattenuti dall’unità di intervento a titolo di riconoscimento dell’impegno sostenuto, come previsto dal provvedimento.“Il nuovo piano di controllo del cinghiale – spiega l’assessore provinciale all’Agricoltura, Caccia e Pesca Luigi Pisoni – aumenta la possibilità di intervento del Corpo forestale di Stato e del Corpo di polizia provinciale e, nel contempo, amplia il potere d’azione delle squadre di operatori coordinate dall’Atc prealpino. Inoltre, sarà facoltà di quest’ultimo richiedere l’incremento del numero di operatori che attualmente ammonta complessivamente a 120 unità”.Contestualmente continua l’operato della polizia provinciale sul fronte del contenimento del cinghiale. Durante il weekend, in uscita notturna, gli agenti del nucleo ittico-venatorio hanno abbattuto 2 giovani cinghiali maschi a Sovere e a Gandino.(18/09/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags