Lunedì 14 Marzo 2005

Cortenuova, apre il villaggio «Le Acciaierie» Shopping sotto la cupola più grande d’Europa

Doveva sorgere un inceneritore, è stato invece realizzato un mega centro commerciale con la cupola più grande d’Europa. Certo, «incenerirà» un po’ di buste paga, ma intanto il nuovo villaggio dello shopping «Le Acciaierie», pronto ad aprire i battenti a Cortenuova, le buste paga si appresta anche gonfiarle. Sono quelle degli oltre 800 nuovi dipendenti che hanno trovato un posto di lavoro, grazie a questa iniziativa commerciale.

Martedì 15 marzo l’inaugurazione, mercoledì 16, alle 9, l’apertura al pubblico di questo «shopping center» - uno dei più grandi d’Italia - realizzato in frazione, nell’area dove sorgeva l’ex acciaieria, all’interno di un sistema stradale che collega i confinanti comuni di Romano, Cividate e Calcio.

«Le Acciaierie» è destinato a diventare un polo d’attrazione commerciale per un bacino d’utenza stimato in 300 mila persone, residenti nella zona Sud della nostra provincia e in parte di quella bresciana e cremonese. Progettato dall’architetto Gianni Roncaglia, è caratterizzato da un’ardita cupola centrale in vetro e legno lamellare, alta trenta metri e larga 90: si ispira a un tendone circense, luogo di gioiosa aggregazione come vuole essere «Le Acciaierie», predisposto non solo come punto vendita ma anche di divertimento. Tanto è vero che l’anno prossimo comincerà la costruzione di un centro servizi dotato di multisala cinematografica, hotel, centro fitness e sale giochi, mentre è già in fase di realizzazione la struttura destinata al bricolage.

Nell’avveniristica architettura delle «Acciaierie» - 44 mila metri quadrati, distribuiti su due livelli, realizzata dal Gruppo Pedroni, e gestitata dalla «Larry Smith Italia» - trovano posto un ipermercato, 175 negozi, ed è dotato di un ampio parcheggio interrato, con 4 mila posti auto.

Quello di Cortenuova sarà anche il primo ipermercato della Bennet, azienda della grande distribuzione, che ne conta già 44 in Italia, di cui 20 in Lombardia. Misura 8.600 metri quadrati, con 80mila prodotti offerti alla clientela nei settori food e no-food, 39 casse tradizionali e 4 fai da te, innovative e di semplice utilizzo per agevolare gli acquisti veloci.

Lo «shopping village» introduce anche un nuovo modo di vivere il centro commerciale, con quattro aree a tema: il «baby village», una vera e propria nursery dedicata ai bimbi fino ai tre anni; il «kids village», un parco giochi interno; lo «young village», per chi ama la musica e vuole ascoltare le ultime novità discografiche e giocare ai videogames, e infine il «paradise village» dedicato a chi cerca relax leggendo giornali o libri su poltrone massaggianti.

L’operazione ha portato anche alla realizzazione di alcune importanti strade: la nuova Calciana, che corre parallela a ovest della vecchia e collega un punto della ex statale Padana Superiore, nel territorio di Calcio, alla località Torre delle Passere di Palosco. E poi, la carreggiata che unisce il centro commerciale alla provinciale 99.

La collocazione delle «Acciaierie» è in una zona, quella Sud orientale della Bergamasca, soggetta a un grande sviluppo, come previsto dal piano territoriale provinciale, favorito anche dalla futura apertura della Bre.Be.Mi. Si può contare - dice il direttore generale dello shopping center, Ilic Ravagnani - su un bacino d’utenza minimo di 240 mila abitanti.

Desta qualche preoccupazione la futura apertura di un altro centro commerciale, sia pure più contenuto, ad Antegnate, distante solo 7 chilometri da Cortenuova. Ma - dice Rovagnani - sarà uno stimolo in più per applicare delle strategie di marketing ancor più valide, con servizi alla clientela e alle famiglie.

(14/03/2005)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags