Martedì 12 Aprile 2005

Cortenuova, il paese rurale si prepara al futuro Dopo «Le Acciaierie», un grande centro sportivo

Il Comune di Cortenuova vuole ampliare il centro sportivo per realizzare una vera e propria cittadella dello sport, e per questo intende indire un bando di concorso per poter scegliere il miglior progetto.

L’idea ha stimolato fantasia e capacità di diversi professionisti, tanto è vero che sono già una ventina le domande di adesione al bando, presentate presso gli uffici municipali. A questo proposito, si ricorda che il termine ultimo per aderire è stato fissato per le ore 12 di lunedì 18 aprile. I progettisti, avranno poi tempo fino al 30 luglio per presentare gli elaborati che una commissione, presieduta dal sindaco di Cortenuova, Fabio Sansottera, valuterà per scegliere il miglior progetto al quale sarà assegnato un premio di 10 mila euro.

Altri 16 mila euro saranno ripartiti tra gli altri cinque migliori progetti presentati.

Naturalmente, al vincitore verrà affidato anche l’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva del primo lotto di lavori, inserito nel Piano delle opere pubbliche del 2006, per un importo indicativo di 800 mila euro.

Il centro sportivo comunale si trova nei pressi del municipio ed è costituito da una nuova palestra con posti a sedere e due campi di calcio in erba, per 11 e 7 giocatori.

Nelle immediate vicinanze c’è un’area di 85 mila metri quadrati che - secondo il responsabile dell’Ufficio tecnico Roberto Zampoleri - possono ospitare altre attrezzature sportive, così da realizzare un complesso polifunzionale a disposizione anche di quanti risiedono nei paesi circostanti.

La nuova cittadella dello sport, nelle intenzioni degli amministratori, dovrebbe prevedere un terzo campo per il calcetto con tanto di tribune, illuminazione, spogliatoi adeguati, un campo per il tennis, una piscina, la pista di atletica e parcheggi. Tutto inserito in un contesto ambientale che, attraverso la realizzazione di un parco, non dovrebbe contrastare con il verde agricolo circostante.

Una prospettiva corretta, insomma, per un piccolo Comune di 1.700 anime, che si vuol preparare al futuro senza abdicare alla sua secolare vocazione rurale. Del resto, un esempio di riqualificazione rispettosa dell’ambiente nella struttura architettonica è il primo lotto del centro commerciale "Le Acciaierie", nato da una fabbrica dismessa, che diventerà parte di un progetto più ampio con un hotel e un city park. Tenendo conto che dalle parti di Cortenuova arriverà la nuova autostrada Brebemi e passerà l’alta velocità ferroviaria, un centro sportivo ben attrezzato non potrà che offrire importanti chances per tutto il circondario di questa parte della Bassa Bergamasca.

(12/04/2005)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags