Mercoledì 05 Gennaio 2005

Degrado al viadotto di Boccaleone Richiesto l’intervento del Comune

Il viadotto di Boccaleone sembra abbandonato a se stesso: oltre al traffico e allo smog, imperversano sporcizia, siringhe e rifiuti di ogni genere. «Siamo alle solite – commenta il presidente della sesta Circoscrizione Massimiliano Citti di An -: i residenti di Boccalone lamentano la presenza di cumuli di foglie, siringhe, per non parlare degli escrementi dei piccioni. E poi i rifiuti abbandonati, che invadono i marciapiedi e il parcheggio». Sono questi le principali cause che hanno spinto il presidente del parlamentino della Malpensata a prendere carta e penna e scrivere al sindaco Roberto Bruni e alla divisione Ambiente della Bas per chiedere un intervento: «In attesa di risolvere il problema alla radice, installando per esempio delle reti – continua Citti –, chiediamo al Comune la rimozione dei rifiuti accumulati e il lavaggio di tutta l’area».

La risposta di Palazzo Frizzoni non si fa attendere: «Daremo disposizione – risponde il sindaco Roberto Bruni – perché la Bas intervenga per pulire la zona. Ci impegniamo inoltre a sollecitare interventi periodici e non solo nei momenti di emergenza». Come se non bastasse, oltre alla sporcizia e allo smog, i residenti della zona hanno lamentato inoltre la presenza di topi all’interno dell’ex Convento delle Clarisse di via Boccaleone: «Dopo le segnalazioni ricevute in merito alla presenza di topi – spiegano Elena Zoppetti (La Margherita) e Giacomo Angeloni (Ds) – chiediamo un intervento da parte di alcuni rappresentanti del settore dell’edilizia privata del Comune, della polizia locale e del settore prevenzione dell’Asl di Bergamo».

(05/01/2005)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags