Difesa del suolo: fondi regionali

Difesa del suolo: fondi regionali

Un programma di interventi urgenti di difesa del suolo, per un importo complessivo di 8.7 milioni di euro: li ha finanziati la Regione, e sono in tutto 15, previsti per la messa in sicurezza di situazioni a rischio idrogeologico o idraulico, in coerenza con il Piano idrogeologico del bacino del fiume Po, che riguardano aree montane alpine e subalpine interessate da dissesti, oltre che corsi d’acqua soggetti a gravi fenomeni di esondazione. Gli interventi saranno realizzati dagli enti locali con un’apposita convenzione, sottoscritta con Regione Lombardia, che definisce modalità e tempi di attuazione. In provincia di Bergamo si interverrà per:- completamento regimazione idraulica fiume Serio, nel comune di Alzano Lombardo, 600.000 euro;- completamento opere di difesa per valanghe nelle località Corne Bianche e Pizzo del Vescovo, nel comune di Carona, 500.000;- opere di difesa dell’abitato di Tezzi, nel comune di Gandellino, 1.600.000 euro;- sistemazione versante e ripristino collegamento tra le frazioni Corneli, Creta e Dudello, nel comune di Ornica, 83.600 euro;- sistemazione idraulica torrente San Carlo, nel comune di Piazza Brembana, 600.000 euro;- sistemazione idrogeologica del monte Belloro, nel comune di Premolo, 520.000;Altri interventi sono previsti in provincia di Brescia, Como, Lecco, Pavia, Varese e Sondrio «Questi interventi - commenta l’assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni - testimoniano il nostro impegno nel garantire al territorio una difesa efficace anche attraverso una maggiore qualità degli interventi attuati, localizzati in aree montane alpine e subalpine interessate da dissesti, nonché opere per prevenire i rischi idrogeologici mettendo in sicurezza i corsi d’acqua».(12/12/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA