Dopo Sanremo anche a Varazze Furbetti del cartellino in azione

Dopo Sanremo anche a Varazze
Furbetti del cartellino in azione

Timbravano, poi andavano a dormire. Oppure andavano a coltivare l’orto o ancora si mettevano comodi a leggere il giornale. E mentre la Procura della Repubblica di Savona ha chiuso l’inchiesta ipotizzando il reato di truffa nei confronti di tre dipendenti comunali di Varazze, uno dei quali nel frattempo è andato in pensione, il sindaco Alessandro Bozzano ha avviato un procedimento disciplinare.

«Dal Comune è partita la richiesta alla magistratura di atti e filmati relativi all’indagine dei carabinieri - spiega il sindaco Alessandro Bozzano - e ora è arrivato l’ok». I tre sono stati pedinati e filmati per circa tre mesi, dal febbraio al maggio dell’anno scorso mentre andavano a fare la spesa e tornavano a casa a sbrigare le faccende domestiche anziché essere in Comune. Per altri dieci dipendenti di palazzo civico la posizione è stata archiviata dalla magistratura per «la tenuità del fatto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA