«Dove andate? Un fiorino», anzi 20 euro Il «dazio» chiesto per una foto al tramonto

«Dove andate? Un fiorino», anzi 20 euro
Il «dazio» chiesto per una foto al tramonto

Il magico tramonto sardo aspettava solo loro, ma a che prezzo. Venti euro per la precisione. È quanto si sono visti chiedere, a testa, due turisti di Bergamo in vacanza in Sardegna, dai gestori del «Phi Beach», locale di Baia Sardinia costruito proprio sugli scogli dal panorama mozzafiato, per questo meta di migliaia di turisti.

«Noi non volevamo entrare nel locale, né consumare – spiegano –, ma semplicemente raggiungere la spiaggia e fare delle fotografie. Per questo dobbiamo pagare? Ma è un dazio incomprensibile. I metri di spiaggia più vicini al mare sono pubblici: non possono chiederci dei soldi per arrivare lì, tantopiù se il locale ha avuto la concessione demaniale». Fatto sta che ieri i due bergamaschi hanno chiamato i carabinieri e i vigili: «Ci hanno detto che si sarebbero informati sul da farsi e che avrebbero comunque inviato, in caso di necessità, una loro pattuglia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA