Droga nel wc e un accoltellamento Il questore chiude un bar per 3 mesi

Droga nel wc e un accoltellamento
Il questore chiude un bar per 3 mesi

Bonate Sotto, nella mattinata del 3 ottobre la polizia di Stato ha notificato il provvedimento del questore Girolamo Fabiano al titolare di un bar di via Marco Polo davanti al quale lo scorso agosto era stato ferito un giovane. Ad aprile fu invece trovata droga in un bagno.

La sospensione dell’attività, come viene spiegato in un comunicato stampa diffuso dalla questura di Bergamo, è scattata ai sensi dell’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza in seguito alle indagini dei carabinieri di Ponte San Pietro.

Lo scorso aprile, spiega sempre la questura, i carabinieri avevano trovato 10 involucri di cocaina nella vaschetta dell’acqua del wc e, in una cassaforte posta nel vano cucina, contanti per 10 mila euro. In quell’occasione i militari avevano arrestato il titolare – un quarantottenne di Mezzago – per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio: l’uomo era stato poi condannato a un anno di reclusione e 2.000 euro di multa.

Ad agosto, invece, sempre i carabinieri avevano arrestato il figlio del titolare – 28 anni – per aver ferito alla gola con un coltello un giovane di Presezzo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 4 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA