Giovedì 13 Novembre 2008

Due ore e 20 contro 55 minuti
Treno batte automobilenel tragitto Treviglio-Milano

Nonostante tutto, il treno resta più veloce dell’auto nell’infernale tragitto Bergamo-Milano. A confermarlo giovedì 13 novembre la competizione del «Trofeo Caronte, percorsi infernali per giungere in città», iniziativa organizzata in tutta la Lombardia con percorsi verso Milano. Anche il bergamasco Marcello Saponaro, consigliere regionale dei Verdi, ha partecipato percorrendo la tratta Treviglio-Milano a bordo di un’automobile ibrida, impiegando 2 ore e 20 minuti per compiere il tragitto dalla stazione di Treviglio Ovest alla sede di Legambiente a Milano, in via Mercadante 4 e punto di racconta dei partecipanti. Due ore e 20 minuti, quindi, contro i 55 minuti del tragitto in treno. «Nonostante le pessime condizioni del trasporto ferroviario in Lombardia – ha commentato Saponaro a fine competizione - il treno, soprattutto nelle ore di punta, si rivela il mezzo più veloce, economico ed ecologico per gli spostamenti. Alla luce di queste considerazioni appare quantomeno paradossale che l’impegno a fare della linea Bergamo-Milano una linea efficiente e “metropolitana”, cioè con tempi di percorrenza più brevi e soprattutto con nuove fermate, non sia una priorità per il Governo, per Trenitalia e per Regione Lombardia». Poi un appello: «Servono nuovi treni e la realizzazione del salto del montone a Treviglio. Servono servizi differenziati con treni diretti e treni che fermino anche ad Arcene, a Stezzano e a Levate». E proprio a sostegno della richiesta del sindaco di Arcene Michele Luccisano di far fermare alcuni treni nella stazione già pronta, il consigliere Saponaro domenica 16 novembre parteciperà alla manifestazione ad Arcene indetta dall’amministrazione comunale. (13/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata