Enduro, arriva l’altolà dei Cai «Nessuna deroga in montagna»

Enduro, arriva l’altolà dei Cai
«Nessuna deroga in montagna»

Giovedì 18 giugno partono i mondiali in Alta Valle Seriana, e dal sodalizio arriva una chiara presa di posizione.

«Vogliamo ripetere ancora una volta che mai ci siederemo a un tavolo per discutere quali siano le zone più adatte da destinare alle motociclette, perché a nostro modo di vedere la montagna va tutelata in ogni suo angolo, senza eccezioni né distinzioni». Da oggi, giovedì 18 giugno, e fino a domenica 21, in Alta Valle Seriana ci saranno i mondiali di Enduro, e da Piermario Marcolin, presidente del Cai, arriva l’altolà.

«Abbiamo un decalogo interno che ci regolamenta – ha osservato – e nel quale è chiaro il divieto di transitare con mezzi motorizzati sui sentieri di montagna. Questo non vuol dire che siamo chiusi a qualunque forma di escursionismo in montagna, siamo solo fortemente convinti che il transito di certi veicoli danneggi gravemente l’ambiente montano, a volte anche con danni difficilmente riparabili». E il Cai ha anche preparato un dossier, dal quale emerge, per esempio, che nel 2014 sono stati segnalati dai soci 395 mezzi motorizzati su 73 sentieri della provincia con particolare traffico nelle zone di Selvino, Poieto e rifugio Magnolini.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 18 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA