Martedì 02 Gennaio 2007

Esame per la patente, riforma in arrivo

Rivoluzione in arrivo sul fronte della sicurezza stradale. Entro il 2007 il Governo varerà una serie di provvedimenti per la sicurezza e la riforma degli esami per la patente. Riforma che potrebbe prevedere limiti di potenza per le auto guidate dai neopatentati e una sorta di esame di verifica per ottenere l’abilitazione alla guida dei veicoli più potenti.

Stando alle anticipazioni del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi – che preciserà tutti i dettagli durante il vertice di Caserta dell’11 e 12 gennaio – entro quest’anno dovrebbe essere messo a punto il nuovo piano generale della mobilità, «con una serie di provvedimenti per ridurre gli incidenti stradali soprattutto quelli che riguardano i giovani e i motociclisti». Proprio a gennaio il ministro porterà in Consiglio dei ministri «una serie di provvedimenti – spiega Bianchi – per ridurre gli incidenti stradali che, nonostante la patente a punti e altri provvedimenti, registrano ancora un bilancio drammatico di oltre 5 mila vittime all’anno».

Tra questi una sorta di esame di verifica al quale i neopatentati si dovranno sottoporre dopo un certo periodo per poter essere abilitati alla guida di auto di maggiore potenza. «In attesa del nuovo Codice della strada – ha aggiunto Bianchi – si rende necessario introdurre nuove modalità per il rilascio della patente riformando gli esami di pratica e anche di teoria».(02/01/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags