Expo, sfida tra le scuole lombarde Vince il progetto dell’Einaudi di Dalmine

Expo, sfida tra le scuole lombarde
Vince il progetto dell’Einaudi di Dalmine

«Le scuole della Lombardia per Expo Milano 2015»: primo fra le cento vincitrici del concorso regionale l’Istituto superiore «Einaudi» di Dalmine con Exponimela

«Exponimela» è il titolo del progetto realizzato dall’Istituto superiore «Luigi Einaudi» di Dalmine, primo fra le cento scuole vincitrici, otto le bergamasche, del concorso regionale «Le scuole della Lombardia per Expo Milano 2015» bandito dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia in collaborazione con la Società EXPO 2015 e Padiglione Italia.

Le altre scuole bergamasche selezionate sono il Polo tecnologico «Oreste Mozzali» di Treviglio con il progetto «Patata bollente», l’Istituto comprensivo «Santa Lucia» di Bergamo con «Il diario dell’orto degli alunni», l’Istituto superiore «Mario Rigoni Stern» di Bergamo con «Cibo: scienza e tecnologia per la sicurezza e la qualità», l’Istituto comprensivo di Cologno al Serio con «Dalla terra alla Terra», l’Istituto comprensivo di Gandino con «Adottiamo il Melgotto», l’Istituto superiore «Rubini» di Romano di Lombardia con «Dalla scuola al territorio per Expo 2015», l’Istituto comprensivo «Aldo Moro» di Seriate con «Una rete per il Serio e il territorio. Passaggio nel Paesaggio».

La preparazione del video De Gustibus incluso nel progetto

La preparazione del video De Gustibus incluso nel progetto

«Esprimo le mie più vive congratulazioni agli studenti, ai docenti, al dirigente dell’Istituto superiore “Einaudi” di Dalmine, primo in graduatoria, ed a tutte le altre scuole bergamasche selezionate, che avranno la possibilità di vivere da protagoniste l’Esposizione Universale, presentando i propri progetti d’eccellenza, per un’alimentazione sana, sicura, equilibrata e sostenibile - dichiara Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo – La soddisfazione è grande per l’elevata qualità delle nostre scuole, per la loro innovativa carica progettuale e creativa, in grado di mettere al centro gli studenti: primi promotori di una società che guarda sempre più all’internazionalizzazione e alla modernizzazione».

Davvero una grande soddisfazione per l’Istituto superiore «Einaudi» di Dalmine, primo con il progetto «Exponimela». «Sono orgogliosa della professionalità e della creatività di quanti, studenti, docenti e personale non docente, hanno reso possibile questa vittoria, mettendoci grande passione e impegno», dice Stefania Maestrini, dirigente scolastico dell’Istituto superiore «Einaudi» di Dalmine.

I docenti

I docenti

«Exponimela» ruota intorno alla curiosità, nata all’interno della ex classe seconda A Liceo, di capire l’importanza e i significati assunti dalla mela nel corso dei secoli. La docente Francesca Zambrini (italiano e latino) ha quindi raccolto l’iniziativa e coordinato le varie fasi progettuali, coinvolgendo le altre classi dell’istituto. «La differenza di indirizzi presenti nella nostra scuola ha rappresentato una risorsa vitale - aggiunge la dirigente Stefania Maestrini – Gli approfondimenti disciplinari hanno risposto alla curiosità e soprattutto migliorato uno stile e dato vita a relazioni e collaborazioni pregevoli».

«Il progetto comprende lavori di ricerca singola o a gruppi in molte discipline, un laboratorio multiculturale di torte, un viaggio speciale vicino a Gubbio, un esperimento di fisica, l’allestimento di un musical teatrale che si terrà a fine anno – spiega la professoressa Francesca Zambrini – E ancora, abbiamo realizzato un audio-libro per i bambini della scuola dell’infanzia, un video filosofico, un allegro e simpatico contributo dei nostri alunni disabili, un test di conoscenze, una collana di semi di mela, un logo e tanto altro».

Le 100 scuole vincitrici avranno la possibilità di presentare il proprio progetto all’Esposizione Universale. I primi 50 progetti riceveranno anche un contributo economico, mentre i secondi 50 usufruiranno di ingressi gratuiti.

Siti: www.isiseinaudi.it - www.exponimela.it - www.istruzione.lombardia.gov.it/bergamo


© RIPRODUZIONE RISERVATA