Giovedì 14 Agosto 2008

Ferragosto con grandine e vento
Ecco le foto dei nostri lettori

Era tutto previsto: vento, pioggia, temporali, calo delle temperature. Il preallarme maltempo sul Ferragosto in Lombardia, che ha colpito anche la Bergamasca, si è rivelato corretto e preciso nella giornata vacanziera per eccellenza. Il nostro territorio ha vissuto così un Ferragosto in cui le gite e le molte iniziative di festa programmate sono state turbate, quando non flagellate e rovinate, da piogge scroscianti o furibondi temporali.  Prima del temporale in Valle SerianaScatti da Vigolo della tromba d’aria che ha colpito la zona di Iseo (foto Vezzali)Montisola, prima del temporaleOrto distrutto dalla grandineZambla AltaGrandine a Romano di LombardiaMolti gli interventi in tutta la provincia a causa della pioggia torrenziale e della violenta grandine, con chicchi in alcuni casi dal diametro di 4 centimetri (nelle foto inviate da alcuni nostri lettori scattate a Bergamo, Mozzanica, Predore, Romano e Cividate al Piano) caduti un po’ su tutto il territorio. Particolarmente colpita la zona di Romano di Lombardia dove sono state danneggiate dalla grandine molte auto, i tetti delle abitazioni, oltre a numerose piante sradicate, box e cantine allagate. L’acquazzone, che ha colpito nel pomeriggio la zona, è stato breve ma molto intenso e i vigili del fuoco di Bergamo, oltre al distaccamento di Romano, sono intervenuti dopo decine di richieste di soccorso.I danni del maltempo a Romano di LombardiaAncora scatti del maltempo che ha colpito RomanoParticolarmente colpita anche la zona tra Bergamasco e Bresciano, con addirittura una tromba d’aria che ha provocato numerosi danni sul lago d’Iseo e in Franciacorta. Raffiche di vento fino a 100 km orari hanno fatto parecchi danni a Iseo, abbattendo alberi e scoperchiando tetti. Il maltempo ha colpito anche BergamoRami di pini marittimi troncati di netto e qualche salice sradicato nella zona del lungofiume di viale De Gasperi a Calolziocorte, per effetto del violento temporale che si è abbattuto, poco prima delle 8. Per fortuna, grazie anche alla brevità del fenomeno temporalesco, nell’ordine di pochi minuti, non si sono registrati danni di maggiore rilevanza. I rami in particolare hanno invaso la pista ciclopedonale che costeggia l’Adda, tanto che sabato mattina è intervenuto il personale della locale Ausm, che gestisce anche il servizio di manutenzione del verde, per ripristinare l’utilizzo del persorso nei punti interessati dalla caduta dei rami.(17/08/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags