Mercoledì 19 Settembre 2007

Festa allo Zuccarello per i bimbi boliviani

Venerdì 21 settembre, a partire dalle 19,30, festa al santuario della Madonna dello Zuccarello a Nembro. Con l’obiettivo di proseguire il progetto iniziato da don Berto Nicoli di dare una scuola ai bambini di Melga, sulle Ande boliviane, a 3200 metri di altezza. Don Berto, prima di morire, aveva fatto gettare le fondamenta. Ora alcuni suoi parenti, i parrocchiani di Vall’Alta e della Valle Seriana, il Patronato San Vincenzo, ma anche il consolato onorario della Bolivia a Bergamo e la Casa dei boliviani, hanno deciso di unirsi per proseguire il progetto del sacerdote missionario.Venerdì sera ci sarà cucina rigorosamente boliviana, verranno proposte danze e musiche tradizionali, e soprattutto verrà effettuata un’asta di ceramiche realizzate dagli studenti della Scuola d’arte Fantoni di Bergamo e create apposta per l’occasione che ripercorrono le grandi passioni nel cuore di don Berto. Un’ottantina di giovanissimi allievi della scuola d’arte cittadina sono all’opera per realizzare i piatti che riportano le chiese, le scuole e i centri costruiti da don Nicoli a La Paz e Cochabamba, oltre ad alcuni simboli della cultura boliviana, dal Cerro Ricco, il monte della miniera, allo stemma boliviano con la bandiera giallo rossa e verde, ma anche i simboli degli Incas, gli antichi abitanti dell’Altipiano. In tutto sono stati creati 200 piatti quadrati su cui verranno servite le specialità boliviane confezionate dal ristorante «Tom e Jerry» di via Quarenghi 31 in città. Una maxitavolata coperta potrà ospitare nello spazio feste del santuario dello Zuccarello fino a 264 persone. I piatti saranno lasciati in dono come ricordo della cena, anch’essa offerta dalla famiglia di don Berto e dai ristoratori boliviani. Ci sarà poi un’asta con 15 piatti ovali di grandi dimensioni che verranno messi all’incanto. Tutto il ricavato dell’asta e delle offerte per la serata saranno destinati al progetto di realizzazione della scuola per i bambini di Melga ma anche per la casa di ospitalità per le suore sempre ideata da don Berto Nicoli. La serata sarà inoltre allietata dai canti e dalle danze in costume del Grupo cultural folclorico Bolivia.(19/09/2007)

a.campoleoni

© riproduzione riservata