Domenica 05 Marzo 2006

Foppolo e S. Simone isolatiAllarme slavina anche a Mezzoldo

Valanghe su tutto l’arco alpino. Il rialzo della temperatura infatti ha reso instabile la massa nevosa. Decine le slavine cadute in Bergamasca: chiusa la provinciale per Foppolo e San Simone, dove gli sciatori che volevano tornare a casa sono stati scortati a valle.A Mezzoldo uno smottamento di neve è finito sulla strada per il Passo di San Marco e una cinquantina di persone che si trovavano al rifugio Madonna delle Nevi sono scese dopo l’intervento di un mezzo e sotto il controllo dei tecnici della Provincia. Slavine lontane da strade e persone a Colere, Schilpario, Valbondione e Lizzola. Pochi sciatori si sono avventurati nelle località sciistiche delle valli: gli impianti non hanno funzionato a pieno regime, ma alcune gare sono state rinviate, come la staffetta alpina trofeo Sora, a Colere.La protezione civile già sabato aveva lanciato un allerta meteo – valido anche oggi – per un peggioramento della situazione climatica con piogge, vento e precipitazioni su tutto il Nord. A Foppolo strada a rischio valanga. E Foppolo ancora una volta resta isolata. Come era accaduto una settimana fa, la neve s’è staccata dalla scarpata che sovrasta la strada in località Vago, fra Foppolo e Valleve: intorno alle 7 di questa mattina, probabilmente a causa delle forti piogge che hanno appesantito il manto bianco caduto fino a poco prima, la neve è scivolata fino a raggiungere la carreggiata. La strada è stata chiusa: fra le 12 e le 13 è stata aperta una «finestra» per il passaggio delle auto, poi una seconda fra le 16,30 e le 17,30. L’operazione (nelle foto di Andreato le code di auto e camper in attesa di poter scendere a valle) è stata monitorata dai tecnici, dal Soccorso alpino e dalla Provincia. Chi era a monte, anche nella località di San Simone, ha potuto così raggiungere il fondovalle. Poi chiusura totale, almeno fino a domani mattina, quando verrà presa una decisione sugli interventi da eseguire per mettere in sicurezza la strada. Chi si trova a Foppolo non corre rischi, ma dovrà restare in paese. Problemi minori invece a San Simone: poiché la strada è stata chiusa alle 7, pochi sciatori avevano già raggiunto le piste; gli altri sono stati fermati a Valleve e rimandati indietro (tra loro anche alcuni addetti agli impianti. In quota, sulle piste, sono caduti circa 20 centimetri di neve, ma anche un po’ di pioggia.La strada da Valleve a Foppolo era già stata chiusa settimana scorsa, sempre per il pericolo di caduta di una slavina dal pendio della montagna. (05/03/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags