Sabato 13 Dicembre 2008

Foppolo e S. Simone:la strada viene apertasolo 4 ore al giorno

Foppolo e San Simone restano isolati anche per domenica 14 dicembre per il rischio che una slavina possa cadere nella zona che si incontra - salendo verso la montagna - subito dopo l’abitato di Valleve, poco distante dal distributore di benzina. L’area e continuamente sotto controllo e sono previsti monitoraggi anche in elicottero.Tutto è iniziato sabato sera: dopo un costante monitoraggio della situazione, si è deciso di lasciar passare i veicoli dalle 8 alle 10 e dalle 14 alle 16 di domenica. Nel pomeriggio di sabato è stato consentito il passaggio sempre dalle 14 alle 16: così una comitiva di una sessantina di turisti cechi ha potuto raggiungere il fondovalle per tornare a casa, mentre un altro gruppo è salito verso i residence di Foppolo. La chiusura della strada è segnalata già ad Ambia perché nonostante il tempo non sia dei migliori alcuni appassionati di sci hanno tentato di raggiungere le piste oggi, restando però delusi.Per tutta la mattinata del 13 sulla strada è stato consentito il transito - sotto stretto monitoraggio - solo dei mezzi di emergenza come ambulanze e vigili del fuoco, con l’unica eccezione di un camioncino che è stato lasciato transitare per la fornitura delle bombole del gas e del gasolio. Nella zona di Foppolo e San Simone i residenti ufficiali sono 210, cui si aggiungono i villeggianti nelle seconde case (di cui non si conosce il numero) e gli ospiti degli alberghi e dei residence, un centinaio: fra loro anche alcuni inglesi.La chiusura è scattata venerdì 12 dicembre intorno alle 21: un’enorme massa di neve che si trova sul versante potrebbe staccarsi in ogni momento. Una piccola slavina è arrivata sulla strada, ma la neve è stata eliminata immediatamente. Nessun problema per quanto riguarda le scuole: complice la festa di San Lucia i bimbi di Foppolo sono rimasti a casa.La situazione è tenuta sotto costante monitoraggio dagli uomini della Provincia. Anche perché continua a nevicare, a tratti in modo intenso. Perché la situazione si normalizzi bisogna attendere che il tratto a rischio si consolidi, oppure che la neve accumulata si scarichi sulla strada.Pericolo slavine anche sulla strada comunale che da Zambla Alta porta alla località Plassa, dove c’è il campeggio Arera. Per verificare in tempo reale la situazione www.oltreilcolle.com(13/12/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags