Lunedì 29 Dicembre 2003

Frana su residence: evacuate due famiglie

Attimi di paura a Predore per una frana che ha lambito il residence «Quercia» in Via Cantiere, un insediamento composto da undici appartamenti, situato a poca distanza dall’Istituto Medico Pedagogico Angelo Custode. Fortunatamente non sono rimaste coinvolte persone, ma l’accaduto avrebbe potuto anche avere conseguenze ben più gravi. Per motivi di sicurezza due famiglie (sei persone, tra cui due bambini) sono state evacuate e per diversi giorni saranno ospitate da parenti. Lo smottamento - causato probabilmente dal maltempo - ha interessato un muro di contenimento per una lunghezza di circa 12 metri. Altrettanti sono rimasti pericolosamente in bilico. Il muro franato, dopo aver divelto la recinzione parallela alle abitazioni, ha occupato il sentiero pedonale consortile che collega la località Campitino al centro di Predore, finendo la sua corsa a pochi metri dalle abitazioni (foto San Marco).

La situazione ora è sotto controllo, ma la zona sovrastante l’area franata rimane a rischio per la presenza di diversi metri cubi di terra e sassi instabili. Sul luogo sono intervenuti gli uomini della Protezione Civile, i tecnici della Comunità Montana, il sindaco, il vice sindaco e i tecnici del Comune, per verificare l’entità dell’accaduto. Nella mattinata è giunto anche l’ing. Claudio Merati, tecnico dell’Ufficio Struttura Sviluppo del Territorio della Regione (ex Genio Civile), che ha prescritto gli interventi necessari per la messa in sicurezza dell’area e che comporteranno il rifacimento dei muri e la posa di reti di contenimento. Interventi questi, che prenderanno il via in questi giorni e che saranno a carico dei proprietari dei terreni interessati.

(29/12/2003)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags