Lunedì 12 Novembre 2007

Gioco d’azzardo come una droga: sempre più malati

Giocare d’azzardo è un divertimento, una scommessa con il futuro: ma è anche una malattia. Videopoker, roulette, cavalli e lotterie sono una tentazione per molti. Ma possono indurre dipendenza, e allora incominciano i guai. Anche a Bergamo aumenta il numero delle persone che «si ammalano» di gioco: i pazienti seguiti dal servizio dell’Asl sono quasi raddoppiati in un anno, anche se si tratta di numeri piccoli: sono passati da 28 a 50, 38 dei quali uomini.L’inchiesta su L’Eco del 12 novembre(12/11/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata