Lunedì 04 Agosto 2008

Gli automobilisti stanno in coda Ma intanto i cantieri sono deserti

VIDEOcantieregaribaldi.wmvAutomobilisti impegnati in gimcane o costretti a tour «semituristici» attraverso la città, che in orario di punta costringono a stare in coda da Santa Lucia fino a viale Vittorio Emanuele, anche sotto la galleria Conca d’Oro. Residenti multati perché hanno osato percorrere «contromano» una deserta via Garibaldi: colpa del fatto che, per loro, nessuno ha pensato di scrivere una deroga sull’ordinanza di chiusura. Intanto però il cantiere è un deserto: questa mattina nessun operaio era al lavoro lungotutto il tratto di via Garibaldi e via Mazzini in cui si sta posando il teleriscaldamento, dalla rotonda dei Mille fino al rondò di via IV Novembre. E - denunciano gli abitanti - l’assenza di operai non è un fatto raro.Le preoccupazioni dei residenti crescono di giorno in giorno: cosa accadrà, si chiedono, quando dopo Ferragosto la città tornerà a riempirsi, di gente e di auto? Fino a settimana scorsa i percorsi alternativi erano pieni di macchine: in questi giorni la situazione è migliorata, ma durerà poco. Ecco perché la gente del quartiere è stupita dell’avanzamento a tempo di lumaca del cantiere.Ed è infuriata per la totale mancanza di attenzione del Comune alle più semplici esigenze: un residente si è visto appioppare una sanzione da 35 euro perché ha svoltato in via Garibaldi e ne ha percorsi 50 metri per raggiungere il garage. «Secondo l’Amministrazione avrei dovuto fare tutto il giro: via Nullo, la galleria, viale Vittorio Emanuele, via Tasca e via Garibaldi? Una cosa assurda. Oppure magari sarei dovuto scendere fino in stazione, attraversando mezza città?».Vuoi raccontarci la tua avventura? Scrivi _alla redazione.(04/08/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata