Mercoledì 20 Luglio 2005

Guasto alla linea aerea paralizza il traffico ferroviario. A Treviglio pendolari infuriati

Più di 250 pendolari infuriati, nella vana attesa dei treni; pullman sostitutivi presi d’assalto tra dispute, spintoni e qualche manata di troppo per conquistare un posto di ripiego. È bastato un guasto all’alimentazione aerea sulla linea Treviglio-Crema, per seminare il caos. Proprio alla stazione di Treviglio, dove appena ieri, ministri, amministratori locali e manager delle Ferrovie dell Stato, brindavano soddisfatti per l’inaugurazione del raddoppio ferroviario (non ancora ultimato) della Bergamo-Treviglio.E proprio sulla linea di Treviglio, si è vissuta una giornata nera, cominciata nella mattinata con l’incendio di una delle due motrici dell’Intercity Venezia-Milano, che alle 8.30 ha costretto il convoglio a fermarsi alla stazione di Romano. L’incendio - che ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco - è stato provocato da un corto circuito che ha interessato il restato della motrice.

Risultato: due ore di disagi e ritardi nella circolazione dei treni.

Nel tardo pomeriggio, verso le 18, il guasto all’alimentazione elettrica sulla linea per Crema, nel tratto tra Casaletto e Crema, che ha provocato un caos indescrivibile nella circolazione dei treni. Treviglio, il punto nevralgico, dove più di 250 passeggeri, quasi tutti pendolari diretti a Crema, Cremona e Milano, sono rimasti sui marciapiedi. C’è voluto almeno un’ora perchè arrivassero i primi tre pullman che hanno sostituito tutti i convogli soppressi. I primi due pullman sono stati subito presi d’assalto dai pendolari esasperati. Ancora un centinaio di persone è rimasta in attesa alla stazione di Treviglio, mentre veniva annunciato l’arrivo di altri quattro pullman. Secondo le scarne informazioni fornite dalle Ferrovie dello Stato, la corrente elettrica sulla linea non potrà essere ripristinata prima delle 21 di questa sera. Il guasto ha provocato non solo la soppressione dei treni per Crema, ma anche pesanti ritardi di oltre un’ora, dei convogli in partenza da Milano, da Venezia e da Milano per Verona.

(20/07/2005)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags