Il caldo africano ha già aggredito l’Europa Temperature molto alte anche di notte

Il caldo africano ha già aggredito l’Europa
Temperature molto alte anche di notte

«L’onda calda africana ha già invaso l’Europa occidentale portando 40 gradi in Francia, oltre 30 gradi a Londra e nei prossimi giorni interesserà anche l’Italia».

Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega: «Almeno per una settimana il caldo si farà più intenso giorno dopo giorno in particolare al Nord, Toscana, Lazio e Sardegna dove si potranno registrare picchi di oltre 36-38°C a partire dal prossimo weekend; qui le temperature potranno essere sopra le medie anche di oltre 7-10°C, specie sulle Alpi dove lo zero termico si porterà sopra i 4000m con punte di oltre 30°C anche a 1000 metri».

«Afa in aumento specie lungo le coste e nei grandi centri urbani del Nord, dove dal fine settimana si potrà soffrire il caldo anche di notte - continua Ferrara - in particolare la Val Padana accumulerà calore che giorno dopo giorno sempre meno riuscirà a smaltire durante le ore notturne, specie nelle città dove la situazione verrà ulteriormente aggravata dall’isola di calore urbana».

«Entro lunedì prossimo le minime notturne potrebbero non scendere sotto i 25-26°C su diverse zone del Nord ma localmente anche lungo le coste tirreniche, a Milano non escludiamo minime persino superiori ai 28°C; una situazione che non si vedeva dall’agosto 2012. In ogni caso nelle ore serali si potranno avere ancora temperature intorno ai 31-32°C (specie da domenica) che verranno percepite come ben superiori a causa dell’aumento dell’umidità serale con conseguenze accentuazione dell’afa».

«La canicola almeno al Nord potrebbe venire smorzata dopo l’8-10 luglio, quando venti più freschi atlantici sembrano riuscire a forzare almeno in parte il blocco anticiclonico - conclude l’esperto -: il prezzo da pagare per un po’ di frescura potrebbe però essere quello di violenti temporali con rischio grandinate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA