Giovedì 28 Dicembre 2006

Il meteo: ancora bello fino a San Silvestro ma dall’Atlantico qualcosa si muove

In questi giorni c’è un clima splendido in montagna, siamo in piena inversione termica e anche di notte in quota si fa fatica ad andare sotto lo zero. In pianura invece da un paio di giorni sembra quasi tornato l’inverno. Questo che stiamo vivendo è un inverno tormentato, prigioniero e schiavo delle alte pressioni europee e quindi dichiarato «anomalo». Qualcosa però potrebbe muoversi, nella prossima settimana. L’alta pressione europea è stata un po’ rosicchiata sul lato orientale, è da lì che è appena scesa dell’aria fredda dalla Russia, portando neve sulla Turchia e più giù, fino a Gerusalemme e anche su parte del deserto israeliano del Negev. Intanto da Ovest, in pieno Atlantico, bussa una importante spinta fredda scesa sull’oceano dalle terre artiche del Canada. Gli sviluppi di queste manovre di accerchiamento si potranno capire meglio a partire da lunedì. Per il momento la stabilità continua, almeno fino a domenica 31 dicembre. Avremo fino a San Silvestro ancora delle giornate tranquille, freddine in pianura con la nebbia che va e viene, più soleggiate e piacevoli in montagna, dove l’alta pressione tiene ancora lontano il vero freddo di stagione. Poi, dal primo di gennaio, staremo a vedere.

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags