Lunedì 29 Dicembre 2003

Il ministero della Sanità concede il finanziamento per il nuovo ospedale intitolato a Papa Giovanni

«Babbo Natale» ha portato un sacco pieno di soldi per il nuovo ospedale di Bergamo intitolato a Papa Giovanni XXIII. Proprio questa mattina il Ministero della Salute ha ufficializzato l’ammissione dell’intervento al finanziamento, con decreto datato 23 dicembre, per un importo di quasi 215 milioni di euro. Secondo le previsioni, la nuova struttura dovrebbe essere pronta e in funzione fra 5 anni in località "Trucca", a sud-ovest della città. La prima pietra verrà posta entro la fine del 2004.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale alla Sanità, Carlo Borsani: ora si potrà passare alla fase di realizzazione - ha affermato - per realizzare una delle più importanti opere di edilizia sanitaria a livello nazionale.

L’ammissione al finanziamento è una tappa importantissima nell’iter di realizzazione dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII che corona il lavoro sinergico e gli sforzi compiuti negli ultimi anni da parte dell’azienda insieme con la Regione Lombardia, il Comune di Bergamo e la Provincia di Bergamo nei confronti di un’opera di altissima complessità, e alla cui pregettazione hanno contribuito anche Asl, Arpa e i Vigili del Fuoco di Bergamo.

Il costo complessivo del nuovo ospedale è di 340.200.00 Euro e sarà coperto per 214.329.613 Euro dal contributo statale concesso con il decreto di oggi, e per 14.202.563 Euro dal contributo regionale già in gran parte erogato ed in gran parte utilizzato per l’acquisizione dei terreni. Altri 76.185.000 Euro deriveranno dall’alienazione delle attuali sedi ospedaliere, e per la restante somma di 35.482.822 Euro si utilizzeranno contributi privati che saranno forniti dai concessionari di alcuni servizi che verranno concessi all’esterno.

(29/12/2003)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags