Il presunto truffatore della stufa: incastrato via Facebook, arrestato
La patente del truffatore, che però potrebbe essere falsa

Il presunto truffatore della stufa:
incastrato via Facebook, arrestato

Vi ricordate la denuncia di truffa via Facebook di un commerciante al quale avevano pagato una stufa con un assegno falso? Il presunto responsabile è stato arrestato.

I carabinieri di Romano di Lombardia hanno bussato alle porte del 40enne: che, solo nelle ultime settimane, avrebbe raggirato numerosi commercianti della Bergamasca e non solo.

A far scattare l’allarme settimana scorsa il titolare di un’azienda di stufe di Seriate che, tramite un post su Facebook, ha denunciato una truffa da oltre 4 mila euro.

La stufa era stata pagata con un assegno falso

La stufa era stata pagata con un assegno falso

Il commerciante, con la copia della patente del 40enne (ottenuta come garanzia per l’acquisto), ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri di Seriate e, dopo la sua segnalazione sul social network, è scoppiato un vero e proprio caso mediatico, con decine di casi in tutta la Lombardia.

«Mi stanno chiamando da tutta la regione per segnalarmi episodi simili al mio – spiega il titolare –. Tutti sono stati contattati dallo stesso uomo dopo aver pubblicato un annuncio di vendita».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 30 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA